Museo Arti e Mestieri

MUAM YEA, un incontro tra modernità e tradizione all’insegna dell’arte arricchito da numerosi eventi collaterali

In programma al MUAM un’esposizione di arte contemporanea di giovani artisti emergenti

GUBBIO – Il MUAM di Palazzo Beni apre le porte all’arte contemporanea. È in programma dal 28 ottobre al 1° novembre, con inaugurazione giovedì 27 ottobre alle ore 18.00, MUAM YEA – Yong Emerging Art, una mostra temporanea che raccoglie le opere di giovani ed emergenti artisti del territorio. Le opere sono esposte in tutte le sale del museo e sono installate in modo da integrarsi sia con l’esposizione permanente del MUAM sia con gli ambienti di Palazzo Beni.

In occasione dell’inaugurazione è prevista un’esibizione dei giovani studenti dell’indirizzo musicale della scuola media Mastro Giorgio – Nelli.

Un incontro ed una contaminazione tra la tradizione, l’architettura del palazzo, le decorazioni delle sale, fino agli oggetti esposti, e la modernità delle opere, installate in tutti gli ambienti espositivi. Un percorso su tre piani e su una superficie di circa 700 metri quadrati per scoprire come le diverse forme di arte siano in grado di integrarsi perfettamente tra loro restituendo così un nuovo concetto di estetica e di interpretazione delle forme.

Le opere installate spaziano dalla scultura alla pittura, dall’utilizzo dei nuovi media fino ad installazioni che dialogano direttamente con l’ambiente e lo rendono parte dell’opera stessa. L’integrazione tra l’esposizione e gli ambienti si completa grazie alla musica. In particolare si tratta di sperimentazioni sonore di musica elettronica a cura di Algoritmo che accompagnano il visitatore in tutto il percorso ed evidenziano e arricchiscono quanto esposto, rendendo l’esperienza di visita più immersiva e profonda.

Il fine dell’iniziativa è quello di dare un’occasione ai giovani artisti per esporre le proprie opere in un contenitore di pregio come è il MUAM, oltre che proporre ai visitatori un’esperienza di contaminazione tra diverse forme d’arte che riesca a valorizzare sia le opere esposte che gli spazi in cui sono installate.

MUAM YEA è un’iniziativa realizzata con il patrocinio del Comune di Gubbio e di Informagiovani.

L’evento è anche l’occasione per inaugurare un spazio espositivo rinnovato del MUAM. La sala del piano terra, infatti, è stata completamente ripensata per poter ospitare iniziative di vario genere, come esposizioni temporanee, eventi, letture, incontri. Un modo per poter mettere a disposizione della cittadinanza uno spazio di pregio che porta con se una storia importante per Gubbio.

Durante i cinque giorni di durata di MUAM YEA sono previsti altrettanti eventi collaterali che spaziano dal food al gaming, fino alle performance sonore. Lo scopo di questo programma è quello di aprire le porte del museo a diversi target di pubblico. Nello specifico è stata rivolata particolare attenzione ai giovani e giovanissimi, solitamente meno inclini a frequentare un museo.

Nelle serate del 28 e 29 ottobre, dalle ore 18.00, è in programma HYPEriArt. Un aperitivo diffuso all’interno degli spazi del museo e dislocato tra i diversi piani. Anche questi due appuntamenti saranno accompagnati dalle sperimentazioni sonore di musica elettronica. L’evento è realizzato in collaborazione con Billopoto Loung Bar e con Michele Mosca Selezione.

Il 30 ottobre ed il 1° novembre, alle ore 18.00, sono previste due performance sonore a cura di Algoritmo intitolate “Musica elettronica per i nuovi tempi”. Gli appuntamenti si svolgeranno al secondo piano del museo e saranno realizzati da Massimiliano Pambianco, autore del brano oggetto della performance e della traccia integrata con l’esposizione temporanea.

Durante la giornata del 31 ottobre, invece, va in scena Halloween Escape Museum, un’escape room all’interno del MUAM in cui i partecipanti dovranno cimentarsi con degli enigmi per poter risolvere il mistero ed uscire dal museo. Un’esperienza ludica interattiva capace di stimolare la curiosità e l’abilità dei visitatori. L’iniziativa è realizzata in collaborazione con Creatix.

Infine, durante tutto lo svolgimento dell’evento MUAM YEA, sarà attivato un contest fotografico in collaborazione con Ig_gubbio. Il contest consisterà nel fotografare una delle opere in esposizione presenti al MUAM, dove dovrà essere visibile l’ambiente circostante in cui è stata installata, e postare l’immagine su Instagram con l’hashtag #muamyea. Nei giorni successivi alla fine dell’evento verranno individuate le foto migliori e si determinerà il vincitore del contest a cui andrà un premio.

Per info e prenotazioni

info@muam.it

3930574248

3384584990

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.